Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

Presepe parrocchiale

2013

presepe2013

 

UN PRESEPIO DA VEDERE

23° Edizione

Chiesa Arcipretale di Azzano Decimo (PN)

 

Luci, suoni, movimenti, effetti speciali
si può visitare tutti i giorni fino al 26 gennaio tranne durante le celebrazioni liturgiche

 

presepio 2013-1 presepio 2013-2

Fai un click sull'immagine per ingrandirla

 

 

 

In questo presepe abbiamo voluto risaltare la scena familiare dove ognuno di noi trova le proprie
origini; la famiglia degli anni ’60, accostata alla natività, ricorda il disastro del Vajont.


Oltre all’importanza della Natività, c’è il ponte, simbolo del passaggio all’aldilà; il mulino fornito di
ruota i cui giri ricordano il tempo che passa. E’importante ricordare che il presepe è simbolo anche
del ciclo vitale terreno con le stagioni che si susseguono secondo un’antica ottica agricola, il
raccolto andato a buon fine finisce al mulino e qui si trasforma in cibo vitale.


L'intento dei realizzatori è quello di far rivivere la storia del nostro paese, radicato nell'agricoltura,
attraverso le scene della vita contadina e dei personaggi che vi hanno abitato.
E nel contempo far riflettere sul significato del vero Natale, Gesù che si fa uomo per noi.


La durata ciclica da un alba all’altra è di 6 minuti.


Consigliamo di contemplare il presepe in silenzio e preghiera senza trascurare i particolari.
Il messaggio che Gesù vuole trasmetterci è: “ Amatevi gli uni agli altri, come io ho amato voi”.


La storia del nostro presepe nasce nel 1990 quando l'allora arciprete Monsignor Domenico Cadore desiderò
si iniziasse la realizzazione. L’opera del presepe continuò negli anni con i sacerdoti che si susseguirono, e
che hanno sempre incoraggiato l’opera. All'inizio povero, si è via via migliorato grazie al continuo
perfezionamento degli ideatori che nel periodo natalizio visitano vari presepi nelle chiese del triveneto.
Essi cercano di cogliere i segreti e le diverse tecniche di costruzione, tenendo presenti proporzioni, giochi di
luce e i vari movimenti.


Attualmente il gruppo “Amici del presepe” conta una dozzina di componenti che già mesi prima si
incontrano per decidere il tema e preparare le varie parti del presepe, che poi in una settimana vengono
allestite in chiesa.
Assieme ai nostri sacerdoti presentiamo alla comunità il frutto del nostro lavoro.


Se lo desiderate potete lasciare un commento o dei consigli in modo che possiamo sempre migliorare,
sono bene accetti anche nuovi collaboratori.


Si può visitare tutti i giorni fino al 26 gennaio tranne durante le celebrazioni eucaristiche


Gli “Amici del presepe” Vi augurano un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo

 

pdf_button Locandina...

pdf_button Un presepio da vedere...

2010 Natale - Presepe Parrocchiale

Natale 2010 - IL PRESEPE NELLA NOSTRA CHIESA PARROCCHIALE Il presepe della nostra chiesa parrocchiale con il Natale 2010 è arrivato alla sua ventesima edizione. E' stato iniziato infatti nel natale 1990 per desiderio dell'allora arciprete Mons. Domenico Cadore, si è poi sviluppato negli anni a seguire grazie ai consigli e allo stimolo di molti che ne attendevano la realizzazione Natale dopo Natale All'inizio il gruppo , costruito da poche persone , con pochi mezzi lavorava in maniera quasi primitiva con poca attenzione e poca esperienza nel curare il lato presepio2010044rszestetico e realizzativo in tutti i vari aspetti . Con il tempo si è formato un gruppo di amici denominato "Amici del presepe" che accumulando l'esperienza di quanto fatto , studiando con passione maniacale quanto visto e capito nei presepi visitati , sfidava se stesso e gli altri costruttori di presepi migliorandosi continuamente . , Migliorando la qualita' del disegno sia delle statue che degli edifici e del paesaggio , migliorando le tecniche di costruzione e personalizzando le stesse in funzione della realizzazione da fare , riuscendo sempre piu' a realizzare un presepe come un tutt'uno armonico , ben proporzionato e con colori appropriati , avvolgendo il visitatore con suoni ed emozioni visive che appagano l'animo .Molto utile alla nostra crescita sono state le visite ai presepi del triveneto , come prima indicato , ma ancor di piu' i colloqui ed i consigli degli stessi presepisti . Il gruppo coordinato dal sottoscritto, con Andrea, Mario, Stefano, Angelo, Enrico, Loris, Lalo , colonne portanti del gruppo , assieme ad altri dell'equipe, anche quest'anno si sono trovati puntualmente mesi prima ,a definire il tema del Natale , poi al lavoro per realizzare quanto prima progettato assieme . Quest'anno ( Natale 2010 ) il tema del presepe portava il titolo: "Il Verbo si fece carne, e venne ad abitare in mezzo a noi", Dio attraverso la figura del figlio Gesù si fa uomo per essere vicino a noi. Seguendo questo tema abbiamo rappresentato la nascita di Gesù nella vecchia Azzano degli anni '50, dove le scene bibliche si fondono con le scene della vita contadina del tempo. In particolare presepio2010063rszsi potevano osservare l'arrivo di Maria e Giuseppe in paese a cercare un riparo, la nascita di Gesù nella stalla e sulla destra uno scorcio di Azzano. Poco distante la figura dell'arciprete durante la benedizione alle famiglie, un nonno che si prestava alla mungitura e una nonna intenta a distribuire il "mangiare " alle galline. Tanti i piccoli particolari che rendono realistico e coinvolgente l'insieme partendo dalle case , dai cortili , dalle stalle per arrivare alle statue e per finire al campanile , nostra immancabile icona . Il presepio , visitato migliaia di persone , ha colpito per la sua armonia, la realtà paesana e la vita  contadina di un tempo passato . Tutto questo traspare dai commenti lasciati durante il periodo di esposizione del presepio. Fra' le tante frasi di commento e di testimonianze ne' abbiamo scelta una che riteniamo particolarmente interessante : "Il passato è una storia vera, questa è la più vera e bella di tutte. Un sincero complimento a chi l'ha realizzato, non solo per la minuziosa e lodevole ricerca tecnica ma anche per la sensibilità nel ricreare un clima di serenità e di preghiera che diventa profonda commozione. Tutti dovremmo essere grati di quest'opera monumentale,un presepe che fa risvegliare la nostra tiepida fede "

Con queste righe mando un grazie a tutti quelli che hanno operato o che ci hanno aiutato , grazie per la vs disponibilita' e generosità. Il nostro presepe che è stato a sua volta , la radice dal quale sono nati altri presepi nel territorio , crea l'occasione per attirare nella nostra chiesa parrocchiale la presenza viva e continua sia di fedeli che di semplici visitatori , soprattutto nel periodo post natalizio-inizio anno nuovo .

Come ultima , ma non meno importante annotazione , in questo Natale 2010 , la cassetta di raccolta offerte per il presepe , e' stata capace di raccogliere ben 2260,00 € .La somma e' stata devoluti Alla Scuola Materna parrocchiale

IL PROSSIMO NATALE FAREMO SICURAMENTE UN MIGLIOR RACCOLTO

 

Mario e Andrea Del Bel Belluz

2011 02 02