Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

29- Durante il restauro del Campanile

II pannello ci fa vedere il campanile in veste insolita .. ovvero incamiciato, per permettere ai290-durante il restauro-005 copia lavoratori di operare in sicurezza, e tutelare I'incolumita dei passanti che circolavano nelle vicinanze. Sul lato sud del campanile era stato montato un ascensore per agevolare i movimenti di salita e di discesa. Pensate per un attimo a 100 anni fa ..... quando salivano e scendevano a piedi. Nelle varie ricerche non si è  trovato la documentazioni sui metodi con cui sona state sollevate e collocate nella cella campanaria Ie campane, ma più in generale del movimento dal basso verso l'alto dei materiali.  Si desume che  per farlo dovrebbero aver usato corde lunghissime e di notevole diametro considerato che dovevano sollevare per circa 50 metri dei pesi di circa 2000 kg  con I'impiego di argani di sollevamento mossi da parte di cavalli o buoi. Una volta raggiunta  una la cella campanaria sarebbe interessante " vedere " il filmato di come avranno fatto, considerati i mezzi a bassissima tecnologia a disposizione all'epoca, a portare all 'interno della cella Ie campane ed issarle poi sui ceppi. Tra le foto documentanti le varie fasi di preparazione dell'impalcatura, si sono scelte due da ingrandire. La prima di impostazione classica, con il campanile nella sua pienezza e nella sua forza, la seconda per l'aspetto di un'architettura ultamoderna in cui il campanile scompare, per diventare una pura funzione di supporto.

 

 << precedente

 

>> successivo