Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

26- I due Campanili

Conclusa l'impresa della costruzione del Campanile Monumentale ( impresa che vista da 260-due campanili-005 copiaoggi ha del ciclopico ) e messolo subito alla frusta.. suonando con energia e  con magnanimità di tempo le campane,  il secondo o vecchio campanile rimane al suo posto, svuotato della missione che ha svolto per 400-500 anni. Forte della missione svolta ...  è duro a morire .. il 1927 sarà l'anno di grazia.

Il periodo e' testimoniato anche da una cartolina, che illustra il complesso degli edifici, canonica compresa, si trovano all'ombra del campanile; tali edifici, come pure la canonica non ci sono piu', cancellando cosi' un pezzo di storia, si ricorda che la canonica ed il contiguo complesso, a suo tempo della famiglia Aprilis, quindi della famiglia Crocetti, avevano un loro modo di essere molto importante, paragonato al livello medio degli edifici "storici" azzanesi.

La foto, scattata dall' inizio della attuale via Roma, propone edifici e prospettive della Piazza, meno ricche che la foto precedente, interessanti le figure di uomini e donne di  cui si intravede anche l'abbigliamento.

Dal Foro Boario, dove pur velati dai rami degli imponenti platani, i due campanili domina la scena. Molto bella e' la presenza di un bovino, in primo piano a ricordare la vocazione agricola della comunita' del tempo, vocazione che esprimeva la sua energia ed il suo lavoro, nel mercato settimanale in cui tutti gli animali da cortile, unitamente ai bovini ed ai cavalli, asini ecc. facevano da padrone.

Infine la foto di Dante Rambaldini,  in giovane età, con l'immancabile ricordo dei due campanili. Si nota l'abbigliamneto molto curato e molto elegante, cosa pochissimo diffusa all'epoca.

Non poteva mancare la foto simbolo l'icona dei due campanili.

 

 << precedente

 

>> successivo