Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

18-Il Campanile Monumentale in Numeri

Titolo quanto mai centrato, in quanto il preventivo fatto il 31 luglio del 1906, dotato anche

di Marca da bollo, rappresenta la parte contabile del campanile.180-campanile in numeri-005 copia

In esso si preventivò la spesa totale, dettagliando tutte le voci.

Poiché era sin dall'inizio evidente che i parrocchiani avrebbero attivamente e generosamente partecipato al lavoro, ovviamente oltre alle spese, fu fatta la suddivisione tra materiali e mano d'opera.

Per la costruzione del campanile, oltre agli altri materiali e prestazioni, furono preventivati:

-- 722 quintali di cemento a lenta presa;

-- 1.100 quintali di calce idraulica per muratura;

-- 510.000 mattoni;

-- 290 metri cubi di ghiaia netta per le fondazioni;

-- 500 metri cubi di sabbia netta per le fondazioni e la muratura;

-- 1.650 kg di ferro per la croce ed i relativi tiranti;

Movimentare tutto quel materiale fu una impresa titanica se si considera che un carriaggio (carro da trasporto) portava circa 0,8 metri cubi di ghiaia (un autocarro moderno può portarne anche 20), e le strade ed i mezzi per spostare i carri erano cavalli o muli o buoi .

Da questo elenco, per quanto si è verificato, non compaiono riferimenti alle gabbie di ferro delle fondazioni (forse la tecnologia non prevedeva ancora tale tecnica). Va dato atto che la costruzione nella sua struttura non sembra averne risentito la mancanza.

Per visionare le singole pagine ( 12 come le ore del quadrante ), si parte dalle ore 12 , con la copertina, per proseguire con ore 1 ,  2 , 3 , 4 , 5 , 6 , 7 , 8 , 9 , 10 , 11 .



 

 << precedente

 

>> successivo