Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

12-Curiosita'

Durante le ricerche nell'Archivio Storico Diocesano di Pordenone, sulla  120-curiosita-005_copia Parrocchia San Pietro Apostolo di Azzano D., tra i documenti visionati, alcuni hanno attirato l'attenzione, non per il valore storico o religioso, ma per il loro aspetto, che con il passare degli anni  ha assunto la misura del divario abissale tra le nostre epoche ( parliamo di 60-100 anni fa'). Si fa' riferimento alla vita delle aziende fornitrici della parrocchia. Questa premessa troverà' riscontro guardando con attenzione i documenti esposti. Si inizia con la ricevuta di Bell..  artigiano azzanese, per proseguire con la corrispondenza dei fratelli Cre.. ( veronesi) , fornitori sia dei marmi per il pavimento chiesa, che delle pietre del campanile. Si prosegue con il Pontificio e  Reale Stabilimento di Suppellettili ed Arredi per Chiesa. Un'eccezzione viene rappresentata da un'interessante disegno / abbozzo di una poltrona, che dalla forma particolare della spalliera, sembra destinata ad ospitare la statua di una Madonna seduta. Da quanto risulta presente come arredi sacri, in parrocchia non sembra esistere un qualcosa di simile, sempreche non sia stata coinvolta in quanto indicato più avanti. Interessante le presenza di cartoline postali, usate per la corrispondenza commerciale ( siamo nel 1911). Una fattura senza....  di un'impresa azzanese. Del 1932, un documento che si riferisce alla costruzione della Chiesa in località' Fratte, con vari suggerimenti. Artigiano azzanese, documento del 1927, relativo a lavori in ferro.  Impresa di  costruzioni azzanese ,1948, materiali e manodopera. Nel 1960, a seguito di un'incendio in sagrestia con notevoli danni, si e' fatta una lettera al Ministero dell'Interno … , per ricevere un contributo  per il ripristino degli arredi e per le altre riparazioni. Nel 1968, la fattura della ditta  Francesco Br..  , ci ricorda l' IGE( Imposta generale sull'Entrata), oltre ad altri dettagli di contabilità', assai vicina ai nostri giorni.  Nel 1927, compare un documento scritto a con una delle prime macchine da scrivere, per la rifusione di una campana.


 

 << precedente

 

>> successivo