Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

07-Catastica

Ovvero un colpo d'occhio sul  catasto dei beni parrocchiali.

In questo libro mastro venivano riportai i terreni della parrocchia. La foto del libro riesce solo parzialmente rappresenta  070-catastica-005_copialo stesso dal vivo. La copertina di cuoio con falda per proteggere sul lato lungo le pagine, oggi rinsecchito per l'usura ed il tempo e dalle condizioni di conservazione nei secoli ( oggi fortunatamente e con sapienza conservato in ambiente a temperatura ed umidità' controllata : Archivio Storico Diocesano ) presenta dati a prima vista interessanti per poter individuare i vari appezzamenti della parrocchia.

Dopo attento esame, risulta pressoché' impossibile poter assemblare o localizzare i terreni censiti per riportarli ai nostri giorni , perché' i nomi delle vie di qualche secolo fa' non sono più' gli stessi i terreni venivano identificati con il nome del proprietario, gli appezzamenti erano disegnati  come singole unita'. L'unica cosa che risulta essere immutata o quasi e' la presenza del fiume Sile. Viceversa interessante il libro dal punto di vista "artistico" . Il compilatore del libro era non un normale emanuense , che copiava in bella copia le lettere o i documenti ufficiali, ma bensì una persona di notevoli capacita' nel fare i disegni, anzi i microdisegni. Riuscendo a creare delle prospettive delle case coloniche o di fabbricati come fossero visti dall'alto ( da un aereo.. che all'epoca non esisteva ) . Considerando le attrezzature del tempo e la cosa ha ancora più' valore. Essendo un artista, lo si capisce anche dal fatto che le rose dei venti disegnate su ogni singolo foglio, per indicare l'orientamento del terreno, erano tutte diverse come rappresentazione e fatte con molta cura e buon gusto, senza pero' perdere la loro funzionalità' .

 

 << precedente

 

>> successivo