Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

Chierichetti

Sono un gruppo di circa venti ragazze e ragazzi che si sono impegnati nel servizio sull'altare, e che ogni domenica, cercano di essere presenti nello svolgere questo impegno. Sono tutti motivati e svolgono questo impegno con molta serietà e gioia. Serietà perché sono presenti quando è il loro turno, e se non possono cercano qualcuno che li possa sostituire . Gioia perché ( parole dei ragazzi ) sono più vicini a Gesù sull'altare.

Nel mese di settembre ci siamo incontrati tutti i sabati pomeriggio per imparare a conoscere per nome tutti gli oggetti che servono al sacerdote per celebrare la messa, le vesti e i luoghi della chiesa. Nella prima domenica di ottobre c'è stata la presentazione di questi nuovi chierichetti. Nel mese di gennaio ci siamo incontrati per un momento di preghiera e riflessione. Sono tutti entusiasti di questa "veste" che ricoprono all'interno della comunità e noi li dobbiamo incoraggiare, quando questi sbagliano o sono incerti, e sostenere con le preghiere. Dal 3 settembre ci saranno quattro nuovi incontri, con tanti nuovi ragazze e ragazzi, che vogliono condividere questa esperienza, per prepararci alla presentazione dei nuovi chierichetti il 25 settembre alla messa delle ore 11,00. Voglio ringraziare i sacerdoti per avermi dato la possibilità di condividere con i chierichetti questo cammino, e un grazie di cuore alle famiglie per avermi aiutato e sostenuto con la presenza dei loro figli.

Franca , per il gruppo liturgico:

"Per me, fare il chierichetto è molto bello perché aiuti i preti, e stai più vicino a Gesù sull'altare".
Alberto Pezzutto

"A me piace molto fare il chierichetto, e fare il servizio sull'altare, perché è bello vedere gente da un altro punto di vista, e stare accanto al sacerdote è emozionante".
Davide Fradeloni

"Fare il chierichetto è un compito molto bello, si fanno nuove amicizie".
Jacopo Stefanutto

"A me piace fare il chierichetto perché mi fa sentire molto vicino a Gesù".
Luca Melconi

"Pensavo che fare il chierichetto fosse molto noioso, ma dopo che ho cominciato, ho scoperto che era molto bello. Un modo per stare vicino a Gesù e servire il sacerdote".
Davide Gaspardo.